Fondi Europei per associazioni culturali

europa creativa

Per chi opera nel settore della cultura i Fondi Europei rappresentano un cotributo finanziario prezioso per il sostegno o la realizzazione di idee nell’ambito culturale e artistico.

I Fondi europei diretti per la cultura sono contributi gestiti direttamente dalla Commissione Europea e vengono dati direttamente alle associazioni culturali che ne fanno richiesta. I Fondi diretti, a differenza di quelli indiretti che sono gestiti da autorità nazionali o regionali, sono gestiti dalle Direzioni  Generali della Commissione Europea.
Potranno beneficiare dei Fondi Europei solo le organizzazioni e le imprese che svolgono attività culturali senza scopo di lucro e la cui sede legale risieda in uno di questi Paesi:
Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Stati membri dell’Unione Europea, Croazia, Turchia ed ex Repubblica iugoslava di Macedonia e la Serbia.
Lo scopo principale dei Fondi Europei per la cultura è quello di agevolare, tramite finanziamenti, la creazione di progetti d’impresa in campo culturale e artistico.
Analizziamo ora i tre settori beneficiari dei Fondi europei per la cultura.
1) Sostegno a progetti culturali
Potranno essere finanziati solo le forme si collaborazione tra associazioni professionali, musei, teatri, università, centri di ricerca, il cui obiettivo è la creazione di attività artistiche e culturali. In questo settore le sovvenzioni del Fondo europeo variano a seconda del numero di operatori dei Paesi partecipanti presenti nell’associazione e dalla durata del progetto. Si parte da un minimo di 2.000 mila euro l’anno fino ad un massimo di 500.000 euro annuo. Le sovvenzioni del Fondo Europeo ricoprono solo il 50% dei costi ammessi a finanziamento.
2) Sostegno per associazioni attive a livello europeo in campo culturale
In questo settore si vanno a ricoprire tutti i costi di finanziamento, cioè tutte le spese che un’associazione sostiene per la realizzazione delle attività ordinarie (costo del personale, pubblicazioni, spese per canoni di locazioni etc.)
A questo settore dei finanziamenti stanziati dal Fondo europeo, possono accedere:
-orchestre, compagnie teatrali, compagnie di danza etc;
-operatori culturali di categorie specifiche;
-associazioni che realizzano uno o più festival con artisti che provengono da almeno 7 paesi partecipanti al programma, che hanno concluso 5 edizioni.
In questo secondo settore i contributi messi a disposizione vanno da un minimo di 100.00 euro a 600.000 euro. Qui si va a ricoprire l’80% dei costi ammissibili totali.
3) Sostegno a lavori di analisi volti alla diffusione dell’informazione
Tale settore finanzia i progetti che hanno come obiettivo la diffusione di attività nel campo della cooperazione culturale e progetti che danno agli artisti e alle associazioni culturali informazioni sul programma cultura.
Per ottenere l’assegnazione dei Fondi Europei, ciascuna associazione o impresa culturale deve presentare un piano economico finanziario del progetto, cioè un business plan.

Per i bandi attivi vi consigliamo di visitare il portale dei Beni culturali e il sito della Comunità Europea .

Pubblicato su Fondi Europei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: